Come già detto è importante prestare attenzione allo strato di vero e proprio memory, questo deve essere in quantità sufficiente da essere ben percepito. In secondo luogo devo valutare i tessuti utilizzati, lo spessore totale del materasso che deve essere SEMPRE sfoderabile per valutarne l’ effettivo contenuto oltre che per poterlo lavare. La densità dei materiali gioca anch’essa un ruolo fondamentale, per quanto non sia sempre specificata provando il materasso e saggiandone il peso dovremmo riuscire a percepire se abbiamo di fronte un materasso fatto di qualcosa di simile al polistirolo oppure un prodotto curato in tutti i suoi strati. Attenzione, la densità non si traduce nella durezza del materasso anzi spesso è il contrario, materassi più morbidi e accoglienti hanno solitamente densità maggiore di quelli rigidi e inospitali. Anche avendo le giuste conoscenze, valutare un materasso in memory non è un compito facile e non può assolutamente prescindere dalla fiducia che si ripone nel negozio a cui ci si rivolge, valutate la competenza di chi vi propone il prodotto e rispettate la famosa regola di vita: se costa troppo poco per essere vero probabilmente c’ è qualcosa che non va. Se così non fosse sarebbero già falliti tutti i marchi che offrono beni di qualità alta a prezzi molto più alti rispetto alle varie offerte.